Telefono e Fax
Tel: 0523-384131 Fax: 0523-332032

Servizi on line dell'Inps: in abolizione il codice PIN

Giovedì 23/07/2020

a cura di Studio Valter Franco
Consigliabile quindi attivarsi per ottenere lo SPID in tempi rapidi.



Con circolare n. 87 del 17/07/2020 l'Inps ha comunicato lo switch-off (cioè la dismissione) del codice PIN che verrà sostituito dallo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

In pratica ad oggi i cittadini, le imprese e gli intermediari accedono ai servizi del portale dell'INPS attraverso un codice identificativo ed un codice Pin; attualmente l'accesso ai servizi avviene anche con la CNS (Carta Nazionale dei Servizi), la Carta di identità elettronica e lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Dal 1° ottobre 2020 l'Inps non rilascerà "nuovi" codici Pin per consentire l'accesso ai servizi, che sarà consentito soltanto con lo SPID, fatto salvo l'accesso con codice Pin per coloro che non possono richiedere lo SPID (ad esempio i minori oppure i soggetti extracomunitari); dal 1° ottobre 2020 sarà possibile l'accesso ai servizi per coloro che sono già in possesso del codice PIN fino alla data che sarà successivamente comunicata dall'INPS.

Cos'è il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)
E' un sistema che permette di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione, utilizzando una username ed una password da computer, tablet e smartphone.

A chi debbo rivolgermi per ottenere lo SPID
Per ottenere le tue credenziali SPID devi rivolgerti a Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte, Tim o Lepida. Questi soggetti (detti identity provider) ti offrono diverse modalità per richiedere e ottenere SPID, puoi scegliere quella più adatta alle tue esigenze. 

E' gratuito?
puoi richiedere gratuitamente le tue credenziali SPID a uno dei soggetti abilitati (Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte, Tim o Lepida).Aruba, Infocert, Poste, Tim e Lepida oltre alla modalità di erogazione gratuita, offrono anche modalità di registrazione a pagamento.

Chi può chiedere lo SPID
SPID può essere richiesto da tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il 18°anno di età.
Solo dal giorno del tuo diciottesimo compleanno è possibile richiedere le credenziali SPID.

Una società può richiedere lo SPID
Al momento il responsabile legale della società può richiedere e utilizzare la propria identità digitale per accedere e utilizzare i servizi online dedicati all'impresa.

Come funziona in pratica

Nell'accedere dal personal computer ad uno dei servizi della pubblica amministrazione tramite il proprio indirizzo di posta elettronica, viene richiesto l'inserimento di
  • nome utente
  • password




Sullo smartphone occorre sia stata installata un'applicazione dello SPID, attraverso tale applicazione viene generato, un codice (detto codice OTP = One time password - cioè password "monouso") da digitare sullo schermo del computer.



Digitato il codice OTP nella videata del computer si ottiene l'accesso ai servizi del sito.
Maggiori informazioni possono essere reperite del sito del Governo oppure nel filmato.
Le ultime news
Ieri
La Giustizia amministrativa ha pubblicato alcune note di precisazione relative al protocollo d'intesa...
 
Ieri
In tema di solidarietà passiva, la sentenza resa tra il creditore e uno dei debitori non è vincolante...
 
Lunedì 03/08
Nelle sedute del 22 e 23 luglio scorsi il Consiglio Superiore della Magistratura ha approvato, su proposta...
 
Lunedì 03/08
Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, e la presidente facente funzioni del Consiglio nazionale...
 
Venerdì 31/07
Il 28 luglio è stato sottoscritto un accordo-quadro tra il Ministero della Giustizia e l'ANAC che ha...
 
Venerdì 31/07
Nel procedimento camerale di sorveglianza, costituisce una causa di rinvio dell'udienza il legittimo...
 
Giovedì 30/07
Sul sito internet di Cassa Forense è attiva, dal 20 luglio scorso, la procedura di invio del modello...
 
Mercoledì 29/07
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 27 luglio 2020 è stata pubblicata l'Ordinanza 24 luglio 2020 del...
 
Mercoledì 29/07
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 27-07-2020 è stato pubblicato il Decreto 9 giugno 2020, n. 80 del...
 
Lunedì 27/07
Sulla Gazzetta Ufficiale 1a Serie Speciale - Corte Costituzionale n. 30 del 22-7-2020, è stata pubblicata...
 
Venerdì 24/07
Con la Sentenza n. 156/2020 del 21 luglio 2020 la Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità...
 
altre notizie »
 

Studio Legale Associato Camussi

Via Roma, 48 - 29121 Piacenza (PC)

Tel: 0523-384131 - Fax: 0523-332032

Email: studiolegale.camussi@libero.it

P.IVA: 01590050330