Telefono e Fax
Tel: 0523-384131 Fax: 0523-332032

Valutazione del rischio di riciclaggio (clienti a basso rischio): le regole tecniche del CNF

Martedì 01/10/2019, a cura di AteneoWeb S.r.l.


Il Consiglio Nazionale Forense ha approvato, in data 20 settembre, le regole tecniche in materia di procedure e metodologie di analisi e valutazione del rischio di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.

Il CNF (regola tecnica n. 5) chiarisce che costituiscono tipologie di clienti a basso rischio:
  • le pubbliche amministrazioni i gli organismi o enti che svolgono funzioni pubbliche, anche conformemente al diritto UE;
  • le società ammesse alla quotazione su mercati regolamentati nella UE;
  • le società ammesse alla quotazione su mercati regolamentati extra UE a condizione che non siano situate in Paesi terzi ad alto rischio;
  • i soggetti sottoposti a vigilanza finanziaria;
  • gli enti creditizi o finanziari;
  • i clienti con sede legale in aree geografiche a basso rischio.


Trovano applicazione (regola tecnica n. 9) in caso di basso rischio di riciclaggio le seguenti misure di semplificazione degli obblighi di adeguata verifica:
  • è sufficiente ai fini dell'identificazione l'acquisizione in fotocopia del documento di identità del cliente;
  • con riferimento alla identificazione dell'eventuale titolare effettivo e verifica della sua identità: è sufficiente una dichiarazione, purché ragionevolmente attendibile, dello stesso titolare effettivo ovvero una dichiarazione del cliente ex art. 22 del Decreto con allegata - se del caso - la relativa documentazione atta ad identificare il titolare effettivo, come ad es. visura CCIA, e senza necessità di acquisire copia del documento di identità del titolare effettivo;
  • con riferimento alla richiesta di informazioni sullo scopo e sulla natura prevista della prestazione professionale: è sufficiente basarsi sulle dichiarazioni rese dal cliente, purché ragionevolmente attendibili;
  • con riferimento al controllo costante nel corso della prestazione professionale: è sufficiente che esso sia più dilazionato e meno pervasivo e dettagliato.
    In ogni caso, in presenza di un basso rischio di riciclaggio, l'Avvocato sarà esentato:
  • dal raccogliere informazioni dettagliate sulla situazione economico-patrimoniale del cliente;
  • dallo svolgimento di una verifica specifica della provenienza dei fondi e delle risorse nella disponibilità del cliente.

Fonte: https://www.consiglionazionaleforense.it
Le ultime news
Oggi
Il Consiglio di Amministrazione di Cassa Forense, nel corso della riunione del 28 maggio ha adottato,...
 
Oggi
La delibera di sospensione dall'esercizio della professione forense per mancato pagamento dei contributi...
 
Lunedì 01/06
Sul sito internet del Consiglio Nazionale Forense è stata pubblicata una scheda di approfondimento,...
 
Venerdì 29/05
Con Comunicato Stampa n.697 del 25 maggio 2020 la Giustizia Amministrativa ha informato che, a seguito...
 
Giovedì 28/05
E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 maggio 2020 il Decreto del Presidente del Consiglio...
 
Mercoledì 27/05
Con la Circolare n. 22 del 20 maggio 2020 l'Inail fornisce ulteriori istruzioni operative e chiarimenti...
 
altre notizie »
 

Studio Legale Associato Camussi

Via Roma, 48 - 29121 Piacenza (PC)

Tel: 0523-384131 - Fax: 0523-332032

Email: studiolegale.camussi@libero.it

P.IVA: 01590050330